Diritto amministrativo

Procedimento amministrativo

10 | 06 | 2024

L’applicazione del c.d. «distanziometro» alle sale gioco e scommesse

Carol Gabriella Maritato

Con sentenza n. 5157 del 10 giugno 2024, la quarta sezione del Consiglio di Stato ha ribadito la legittimità, in via generale, dell’applicazione del c.d. “distanziometro” alle sale gioco e scommesse (cfr., da ultimo, le sentenze nn. 3627 del 2024 e 9271 del 2023).

Il cd. distanziometro - ovvero in sintesi una normativa che vieta l’apertura e l’esercizio di sale gioco o scommesse come quella gestita dalla ricorrente appellante a distanza pari o inferiore ad un certo valore, indicato dalla normativa stessa, da luoghi cd. sensibili - è istituto presente nel nostro ordinamento, attraverso le varie leggi regionali che lo prevedono, da ormai più di un decennio.

Vuoi continuare a leggere?

Accedi

NJus costituisce uno strumento indispensabile per l'aggiornamento del professionista e per la preparazione di esami e concorsi: i contributi, dal taglio pratico-operativo, si caratterizzano per la eccezionale tempestività e chiarezza espositiva.

Il gruppo di lavoro di NJus, annotando quotidianamente sino a 15 provvedimenti delle Corti Superiori depositati quello stesso giorno, offre una informazione giuridica autorevole e di qualità senza pari.