Diritto processuale civile

Processo di esecuzione

15 | 05 | 2024

L'ammissibilità dell’opposizione agli atti esecutivi con cui si lamenti un mero vizio del processo

Giovanna Spirito

 on sentenza n. 13373 del 15 maggio 2024, la terza sezione civile della Corte di Cassazione ha affermato che la contestazione circa la corrispondenza del precetto intimato in concreto intimato al modello paradigmatico di tale atto disegnato dalla legge è denuncia di un vizio formale di un atto (che, pur di natura stragiudiziale, è) indefettibilmente prodromico all’esecuzione forzata: essa, dunque, integra un’opposizione agli atti esecutivi.

In ordine quest’ultimo rimedio, la Suprema Corte, con intento dichiaratamente nomofilattico, ha di recente ribadito con definitiva enunciazione il principio, di tenore assolutamente generale, per cui l’opposizione agli atti esecutivi, con cui si lamenti un mero vizio del processo, è di regola inammissibile, ove non si prospettino anche le ragioni per le quali l’erronea ...

Vuoi continuare a leggere?

Accedi

NJus costituisce uno strumento indispensabile per l'aggiornamento del professionista e per la preparazione di esami e concorsi: i contributi, dal taglio pratico-operativo, si caratterizzano per la eccezionale tempestività e chiarezza espositiva.

Il gruppo di lavoro di NJus, annotando quotidianamente sino a 15 provvedimenti delle Corti Superiori depositati quello stesso giorno, offre una informazione giuridica autorevole e di qualità senza pari.